Nyocker. il quartiere malfamato

O si ama o si odia.

E’ l’ottavo distretto, il quartiere abbastanza centrale dove ti dicono di non andare ad abitare perché ci sono gli zingari e dove i cinesi hanno occupato le fabbriche dismesse lungo la via per Kőbanya e i terreni di proprietà della ferrovia, dove si concentravano gli ebrei poveri arrivati dalla Galizia Orientale o i ricchi Ebrei borghesi degli anni ’10, dove gli slovacchi erano 80.000 nel 1901 enel 28 aprirono una scuola bulgara, o dove trovarono asilo i greci esuli dalla guerra civile del 48.. 

L’altra Budapest vi propone un tour di mezza giornata alla scoperta di questo distretto. Il quartiere multietnico, ma anche la Budapest della nuova borghesia di inizio secolo degli scrittori e intellettuali che animavano le innumerevoli riviste che nascevano ad inizio 900. Ed è la Budapest cantata da Molnar Ferenc, dove giocavano i ragazzi della via Pàl, ma pochi isolati più avanti si concentravano i nuovi immigrati dalle province dell’Impero Austro-Ungarico, ebrei della Galizia, ed una delle zone dove ci sono ancora scorci della Budapest di decenni fa, nelle piazze dove si vende di tutto, la Budapest del film Eldorado, dove il tempo sempre essersi fermato in un dopoguerra senza tempo.

il film Eldorado di Beremény Geza

Ancora qualche isolato e la visita tocca la Budapest dove si arrese l’ultimo baluardo della resistenza nel ’56, da dove si intravede la grandiosa cupola del museo di arti applicate e dove la ricostruzione della città avanza a pieno ritmo, ancora qualche anno e qui sarà tutto come il nuovo centro commerciale che è sorto alle spalle..

Guarda i miei consigli e scrivimi per la tua visita guidata a Budapest e all’VIII distretto, al quartiere malfamato  a laltrabudapest@gmail.com o chiamami allo 0036.30.3819053

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci