L’altra Budapest di Andrea

Un’altra bella conversazione su Budapest con amici dell’altra Budapest.. stavolta con Andrea, mio ospite nel lontano luglio del 2018..

 

Ho conosciuto Andrea nel 2018, l’ho portato in giro per la città un mattino di luglio, ci siamo intrattenuti  una faccia pulita, un ragazzo in gamba, un animo curioso sempre pronto a sorprendersi e a lasciarsi affascinare dalla città in cui era in viaggio. E allora perchè non risentirlo ora, che siamo costretti a casa ancora per un po’…

 Era venuto a Budapest con moglie e bambino di 7 mesi, due splendidi giovani genitori di 28 anni, capi scout, in viaggio in auto da Ravenna lungo Slovenia e Balaton. Ricordo la mappa dell’Ungheria stesa sul tavolo della trattoria per programmare le altre tappe del viaggio, cosa che mi capita raramente di fare, i nostri viaggi viaggi ormai son da capitale a capitale, mentre solo così attraversando il paese quello vero, comunque diverso dalle vette della capitale si può davvero entrare in contatto con la sua cultura..

andrea RAVENNA LAVANDA BUDAPEST
Con Andrea e famiglia, dove la lavanda è in fiore

 

e poi l’Ungheria è grande, è un paese meraviglioso, cosa scegliere l ‘ansa del Danubio con i paesaggi mozzafiato e la Basilica di Esztergom o il castello di Eger che resistette eroicamente ai turchi, le affascinanti grotte di Aggtelek e magati una puntata sulle colline del Tokaj, o la puszta, tutta fino in fondo, fino a Hortobagy, o fermarsi nella grande città di Kecskemet col suo incredibile municipio liberty tutto rosa e pinzillacchere firmato dal genio di Odon Lechner in persona..

andrea RAVENNA LAVANDA BUDAPEST
dav

Questo slideshow richiede JavaScript.

La cosa che gli è rimasta più impressa è però l’ottavo distretto, il quartiere malfamato della città, eccolo ricordare del fascino di questi palazzi dal passato glorioso ora con una patina di polvere del tempo e della storia che si è posata sopra e nel frattempo mentre attraversi il viale del Teatro Popolare ecco un tizio con a tracollo una enorme catena con lucchetto a mo’ di sciarpa o uno zingaro felice con i capelli impomatati e il vestito buono chè è un musicista lui..

 

Con l’augurio incrociando le dita che tutta questa storia venga presto ricordata come un incubo passato, che Andrea e famiglia (P.S. ora sono in 4..) possano presto partire per nuovi viaggi e  che io incontri presto altra bella gente..

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...