La Gomorra di Budapest

Tra i palazzi di Via dell’eroe, dove il quartiere malfamato è proprio malfamato, ma anche sicuro, e a due passi da baretti, trattorie di legno verde e rosso e grandi capolavori architettonici..

.

(Per chi cerca emozioni forti..)

Un ragazzo a cavallo su muretto ci guarda svogliato mentre passiamo, è quasi sdraiato su un divano anni 70 in cima a una pila di rifiuti, dietro un campo incolto e la facciata squadrata di uno dei due palazzoni di via dell’eroe..

L’edificio sembra abbandonato, finestre rotte, travi di legno per puntellare i piani.. invece a ben guardare la vita ferve all’interno: una signora seduta su una sedia di plastica rossa guarda pigramente nel vuoto, ragazzi arrivano a giocare in un angolo del cortile, due vecchi tracannano bottigliette da 50 cc di vodka scadente nell’ombra..

è un bel giorno di primavera, il sole splende, e gli uccellini cinguettano, l’erba è verde e questi di via dell’eroe dove siamo sono sono forse i due edifici più malfamati della città, quelli dove anche la polizia non riesce a entrare se non con molta difficoltà, dove regna il degrado, lo spaccio di droga e la prostituzione, dove la gente vive al di fuori dell’onorata società e la vita ti regalerà poco, è la Scampia di Gomorra ma qui a Budapest, dove vedi ragazzini col doppio taglio e giovani con l’eterna bottiglia in mano ..

e siamo al sicuro: dall’altra parte della strada c’è la zona delle caserme, tra l’Università per la difesa nazionale Zrinyi Miklos, il Centro dell’antiterrorismo e la polizia celere.. infatti all’angolo c’è una coppia di poliziotti, una ragazza bionda e un ragazzo dall’aria gentile, del resto siamo a Budapest, una città dove in certe zone c’è molta povertà e illegalità, ma dove la sicurezza percepita è altissima…

hos utca ghetto budapest gomorrA
clicca per il video…

Sono con Michele e Patrizia, nel tour del quartiere malfamato (il famoso ottavo distretto di Budapest, da secoli il quartiere degli operai, degli immigrati, degli artisti e delle minoranze, insomma tanta storia vera, comprese le rivoluzioni e gente vera), dove ora è in atto una lenta e (in)costante gentrificazione, la riqualificazione dei quartieri quasi centrali per una nuova classe di borghesi (casi più famosi Kreuzberg a Berlino e il mitico Bronx), il distretto resta di grande fascino, ma che spinge i vecchi residenti ai margini esterni del quartiere qui, dove ci siamo spinti, per cercare Ciro e Genny Savastano di Budapest…

sono solo due edifici, grandi, socialisti, che cadono letteralmente a pezzi, 300 appartamenti in totale, circa 600 residenti in condizione di grande indigenza, ma il vero numero è incerto, la gente va e viene, nn è raro vedere una decina di persone abitare in 30 metriquadri…. Tantissimi i minori, circa il 40% del totale, tantissimi quelli che hanno solo la 5a elementare, proprietari di case (e non invece assegnatari di case popolari, cosa molto comune anche nei quartieri centrali in questa parte d’europa) quindi più difficili quindi da abbattere ed espropriare..

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

le case son destinate all’esproprio e all’abbattimento (entro il 2019 secondo i piani, ma regna l’incertezza, nn si tratta di assegnatari di case popolari, molto comuni in questa parte d’europa anche in zone semicentrali, ma di proprietari di case). Ne nasceranno strutture sportive e ricettive per le caserme vicine, già 200 metri prima però la Budapest di case e casette con balcone e gerani alle finestre è avanzata fin qua, la spesa la si fa al grande Lidl, ma c’è anche un un bel baretto con terrazzo ombrelloni dalle marche di birra che sembra star lì da sempre…

è lì che vanno i tifosi dell’MTK (storica squadra di Budapest, la squadra degli ebrei e poi della polizia segreta, lo stadio, nuovissimo, è a due passi) dopo le giornate di campionato (l’MTK è in serie B, il suo presidente è un amico della prima ora di Orban). Anche qui lo stadio nuovo (quello vecchio è lo stadio in cui si è girato Fuga per la vittoria con Pelè e Stallone!) è clamorosamente accanto allo stadio della BKV elöre con le tribune in legno e il sapore del calcio pionieristico di fine 800. Qui invece dovrebbe sorgere il grande centro federale di pattinaggio sul ghiaccio..

Ma non siamo venuti qui solo per 5 minuti a Gomorra, con Michele e Patrizia in pochi isolati siamo ad alzare lo sguardo estasiati per ammirare il tetto blu dell’Istituto Geologico, uno dei tre grandi capolavori del maestro del’architettura nazionale Lechner Odon, tegole in ceramica, arabeschi, un mondo un po’ malandato lassù in alto sorretto da tre figure maschili, quasi rassegnate, Budapest è cosi, povertá e grande liberty fianco a fianco

istituto geologico cupole liberty blu tour italiano Budapest

Poi ci vien fame, sono le 12, forse facciamo in tempo.. in zona conosco una trattoria con una specie di terrazzino con tavoli e panche di pesante legno scuro e una bella insegna colorata, fa il pranzo buffet, 990 fiorini, 3,3 euro,mangia quanto vuoi.

Davanti a noi in fila 4-5 operai, sempre buon segno quando si tratta si mangiar bene spendendo poco, anche a Budapest, ci sono bocconcini di maiale, peperoni ripieni, patate lesse, insalata fresca e sottaceti, pan di spagna..

Ci sediamo al tavolo con un pensionato, camicia bianca mi chiede cos’è che ho preso nel piatto.. sembrerebbe timballo di patate ma invece son patate fritte a dadini, carne macinata, tanto sugo rosso, mozzarella in cima e 20 minuti al forno.. il titolare ci porta compreso nel prezzo tre bicchieroni di acqua c sciroppo di lamponi.. Dall’altro tavolo n giovane meditabondo col badge della sua multinazionale va a prendere un’altra porzione di zuppa

Questa è Budapest..

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...